Settore auto in deep crisis: 72mila posti a rischio

Gli addetti I liked the chiamano perfect storm. Quella che si sta abbattendo ormai da tempo sul automotive industry is not a fulgido e sempio. Tra vulnerability of the productive system by premium material carechip and semiconductor, transition green, I encouraged statali esauriti and look for her pandemicthe decline in the automotive market continues its course, in a spiral that the president of the Federauto-Federazione dei auto dealer Adolfo De Stefani Cosentino defines negative, “with impietosi effetti sui balanceci aziendali ei livelli di occupazione del comparto distributivo”.

Crisi auto: tutti i dati del settore

Crollano, anchor, the new auto registration. Secondo gli ultimi dati diffusion dal CED del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, November ha totalizzato 104,478 new immatricolazioni auto, with one 24.6% drop rispetto allo steso month of 2020 and 30.6% rispetto to 2019. All, i volumi immatricolati da inizio anno raggiungonono le 1,371,166 unità, with an increase of 8.6% sud 2020: va detto che rispetto al 2019, però, the contrazione is showy, for -22.7%, with a difference of 400 mila unità.

If you are dealing with fifth consecutive month with flexione a doppia cifra che porterà l’anno a chiudere sotto 1.5 miloni di pezzi: un livello davvero critico. Federauto regrets that, notwithstanding the manifest openness of the government to the corso del tavolo automotive lo scorso ottobre, for the moment nella Legge di Bilancio 2022 non c’è alcuna traccia di finanziamenti per l’acquisto di veicoli green to zero and basse emissioni. Una vera mannaia per l’intero settore, et anche per la transizione verde.

Sul lato dei canali di vendita, i privati ​​​​​​registrano -26.1% sullo this month 2020 and -17.2% su Novembre 2019 between negli undici mesi il differenziale delle immatricolazioni and pari a +7.4% sul 2020 e -14, 8% south 2019, with a combined market share of 63.3%. The balance at società hanno chiuso was -16.8% over the month (-55.2% in November 2019) while the increase over the year was +7.5% (qdm 13.9%). Il noleggio segna complessivamente -23.6% at the level of the month and +13.7% since the beginning of the year (qdm 22.8%).

South face of food, gasoline and diesel cars for a monthly volume (bet at -34% and -52%) and a presentation of early 2021 up sharply at 30.2% (-7.9% until at Gennaio -November 2020) and 22.4% (-11.2% rispetto al 2020). He LPG (-10.7% month and +15.5% year) if attests to 7.3% of the quota from the start of the year, while methane (-31% month and +4.2% level annual consumption) to 2.2%. Je veicoli BEV, HEV and PHEV raggiungono quote the cumulative market of 4.4%, 29.1% and 4.4% respectively.

Auto elettriche, troppi ritardi

A tutto ciò if aggiunge il tomb ritardo della rete di ricarica electrica nazionale: nelle tratte a lunga fazenza sono solo due i punti di ricarica su una rete nazionale di quasi 7mila km (qui potete sapere como si risparmia davvero con un’auto elettrica).

La Legge di Bilancio 2021 imponeva di realizzare sulle autostrade una rete di infrastrutture di ricarica ad alto potenziale enter il 30 giugno, mail il piano di copertura è blockcato. L’Art-Authorità di Regolamentazione dei Trasporti ha decision di stabilire per fine febbraio 2022 the last date enter the quale pubblicare i requisiti per i bandi. Tempi che rischiano di essere inadeguati and incompatibili con quell foreseen dagli obblighi comunitari e nazionali.

“La transizione energya poggia su due pilastri fundamentali: the policy of incentives per il rinnovo del parco auto circolante and la diffusione delle infrastructure di ricarica dei veicoli elettrici, sia nelle città che sulla rete autostradale. Senza queste leve non risosciremo a raggiungere gli ambiziosi obiettivi nazionali ed europei. In particular, senza colonnine sarà molto difficile convinces gli italiani to compare veicoli elettrici”, dichiara anchor Federauto.

Economy Minister dello Sviluppo Giorgetti intends to tackle the problem. Il valore delle risorse fine ad oggi messe in campo – spiega De Stefani – si osserva sia nell’progressive reduction of CO2 thanks to the replacement of the auto circolanti plus vecchie, inquinanti e insicureto see her Grow automotive electricitythe cui quota di mercato is in ascesa ma with volume ancora contenti per raggiungere gli ambiziosi target fissati nel PNRR.

“The government demands that the strategic plan prints, now the food dissemination process is ecologically based on the ridotte emissioni, defining an adequate program for the automobile, including sostegno alla domanda, sviluppo capillare dell’infrastruttura di ricarica and intervened in industrial conversion. Il ritardo del mercato italiano, rispetto ai main European competitor, must be filled in fretta al fine di rendere sostenibile, sul piano economico, sociale ed environmente, la transizione ecologica nel nostro Paese. Otherwise, gli obiettivi non saranno realistically raggiungibili ”, concludes De Stefani.

Questa situazione ostacola in a decisive way in the growth of the comparto and the energy transition, corresponding to the sviluppo di mercato dei veicoli elettrici. Per non talk about the lavoro disaster.

Addio concessionari, effectto disastro su lavoro

Con il nuovo regolamento EU, vedremo scomparire i concessionarireplace the agenti a province: a scelta heavily volute slab automobilistiche case, che potrebbero così increased i own margini dal 5 all’8%. But it’s obvious in this mode il comparto automobile rischia di perre, nei prossimi anni, qualcosa comes 72mila posti di lavoro.

I share it oggi account 120mila addettiwith 1,294 active foreignersche potrebbe loses thin at 60% degli addetti. Oggi il mondo dei concessionari in Italy worth the 3% of the Pil and the 5% of the fiscal gettito, cites the potrebbero scendere at 1.8% and 3% respectively. Thus, the question of the dove if pagano le tasse: i concessionari italiani pagano le tasse in Italia, the case automobilistiche che hanno spesso registered office in Paesi a fiscalità agevolata, invece, finishebbero col non versare nulla al taxo italiano.

Quality reach by auto customer

Et ciliegina sulla pie, the vendita diretta di auto online delle case non farà abbatere i costi per noi clientibut we always see one increasing concentration of domanda nelle mani gavei auto produttori, ever less and ever greater.

Quindi, di fatto, the esatto contrario di as expected in theory dallo stesso europeo regulation. Federauto sounds the alarm: oltre alla novità de superbollofor the consumer means a maggiore rigidity I gave prezzi I’m not increasea peggioramento probable della qualità del servizio and the security rarefazione delle reti distributive e di servizio to the client.

Leave a Comment